Area Progettazione e Design by Materioteca

PAD. 6 STAND G05

Blue is the new green

I principi della “Blue economy” sono stati enunciati dal think tank ZERI (Zero Emissioni Ricerca e Iniziative) circa vent’anni fa, con lo scopo di conseguire una maggiore sostenibilità attraverso soluzioni creative basate sulla scienza. Le basi sono molto semplici da esporre, ma per concretizzarsi richiedono l’applicazione di modelli economici inediti.

I più importanti sono:

  • Ogni residuo di un determinato processo diventa materia prima per un altro processo. In natura i rifiuti non esistono, i settori produttivi devono imparare a imitarla.
  • Produrre di più con meno.
  • Utilizzare ciò che è a portata di mano, imparando a sfruttarlo usando la scienza.
  • Fare ricerca per trovare percorsi economicamente praticabili.

 

“Green” è spesso inteso come sinonimo di naturale. Ma il terreno fertile del pianeta Terra e i suoi minerali non sono sufficienti per ricavare tutte le nostre materie prime necessarie. In particolare i terreni agricoli sono un sistema complesso e delicato, il cui equilibrio di lungo termine è difficile da mantenere. “Blue” è sinonimo di un percorso innovativo che crea più valore, dato che parte da scarti e rifiuti, compresi quelli agricoli. Forse la “green economy” potranno concedersela soltanto I popoli facoltosi.

Diversi casi “Blue” saranno illustrati da Materioteca® a Mecspe 2020

Lo stand presenterà anche altri interessanti risultati dell’economia circolare, sia sotto forma di campioni di materiali che di prodotti finiti. E, come di consueto, tutti questi stimolanti esempi saranno illustrati da esperti pronti a rispondere a tutte le domande dei visitatori

In collaborazione con: