21

Feb

Digital twin: realtà virtuale e realtà aumentata per l’Industria 4.0

Realtà virtuale: digital twin di un macchinario

Un addestratore immersivo in realtà virtuale permette di simulare un’attività complessa su un gemello digitale di macchinario complesso da parte di un’operatore, mettendo a disposizione tutta una serie di strumenti di supporto al processo di apprendimento. Attraverso un digital twin evoluto si può facilmente trasmettere la conoscenza necessaria ad operare su una macchina in casi diversi e per le diverse necessità: riduzione tempi fermo macchina per training, formazione continua, benchmark aziendali, reskill per cambio procedure o macchinari; formazione sulle procedure di sicurezza, simulazione di eventi rari e pericolosi; riduzione tempi e costi della formazione su grandi distanze.

 

Realtà Aumentata: digital twin di elementi separati di un macchinario

Attraverso un visore dedicato, è possibile contestualizzare nell’ambiente reale degli ologrammi tridimensionali in scala 1:1 che rappresentano gli elementi separati di un macchinario su cui poter interagire con attività di apprendimento, di comunicazione innovativa o addirittura operative in modo da suggerire ad un tecnico specializzato quali sono le standard operation per la manutenzione di un macchinario. La differenza con la realtà virtuale è che l’elemento tridimensionale non è visualizzato in un ambiente virtuale ma è contestualizzato direttamente nell’ambiente fisico del mondo reale dove si trova l’utilizzatore, il visore permette quindi di vedere l’ambiente circostante che è arricchito di contenuti a realtà aumentata.

 

Assistenza da remoto con ausilio di smartglass

Per rispondere all’emergenza Covid-19 sarà presentata una soluzione di assistenza da remoto per garantire la continuità aziendale limitando gli spostamenti e aumentando al contempo sia la sicurezza che le performance. La tecnologia prevede l’ausilio di uno smartglass certificato IP67 che permettere all’operatore on-site di avere le mani libere e condividere il suo punto di vista con un tecnico specializzato connesso in remoto, aiutandolo in tempo reale nelle attività da svolgere attraverso soluzioni innovative di realtà aumentata e intelligenza artificiale per favorire la comunicazione tra operatori e tecnici che non parlano la medesima lingua.

 

Internet delle cose con ausilio di smartglass

Attraverso l’ausilio di uno smartglass un tecnico sul campo è in grado di visualizzare informazioni aggiuntive di un macchinario grazie a sensori di internet delle cose che sono integrati al suo interno. Queste informazioni sono in tempo reale e vengono visualizzate in streaming nel punto di vista dell’operatore che, oltre ad avere le mani libere per lavorare sul macchinario, è in grado di ottenere parametri aggiuntivi per migliorare le sue performance sul campo di lavoro interpretando questi dati per un’analisi predittiva in tempo reale. Questa tecnologia è pensata per l’edge-computing dove i dati rimangono in azienda contestualizzati sul macchinario ma alcune varianti permettono di inviare le  informazioni in cloud computing e mettere a sistema dati di più sensori per restituire un’analisi predittiva più complessa che può facilitare anche una servizio di assistenza o manutenzione solo quando è necessario un intervento piuttosto che periodicamente programmata.

Torna alla Fabbrica senza limiti »